Armando Giustiniani

A Roccapassa, il paese nel Reatino dove aveva sempre vissuto, tutti lo conoscevano come il sagrestano. Era lui, ogni giorno, a far suonare le campane della chiesa mattina e sera. Era Armando ad aiutare il sacerdote nella messa della domenica. Il resto della sua vita lo ha passato sui campi, come agricoltore. Come sempre, Armando Giustiniani, 93 anni, aveva passato l’inverno a Tempera a casa del figlio Antonio. Dopo Pasqua sarebbe tornato a Roccapassa. La notte del terremoto, sua moglie Serafina Deli aveva deciso di dormire con il figlio in macchina, per paura di altre scosse. Armando era rimasto in casa, a dormire in auto non ce la faceva. Poco prima delle 3.32 Serafina era tornata in casa per controllare che Armando stesse bene. Sono stati seppelliti entrambi dalle macerie.